EDITORIA: P.BERLUSCONI, NO CESSIONE ‘GIORNALE’, SI’ A NUOVI SOCI

EDITORIA: P.BERLUSCONI, NO CESSIONE ‘GIORNALE’, SI’ A NUOVI SOCI
(AGI) – Milano, 5 mag. – Paolo Berlusconi non intende cedere la maggioranza del ‘Giornale’, ma è “aperto alla partecipazione di soci che rafforzino il capitale”. Così il fratello del premier, parlando a margine di un convegno sulle assicurazioni questa mattina a Milano, conferma quanto anticipato alla direzione del Pdl da Silvio Berlusconi.
“Abbiamo dato mandato a Sinergetica – ha spiegato Paolo Berlusconi – ma non c’è la volontà  di cedere la maggioranza. Il ‘Giornale’ è come una bella signora – ha aggiunto, rispondendo a una domanda sulle manifestazioni di interesse ricevute – a seconda dei momenti mostra qualche ruga, ma con l’ultimo maquillage con Vittorio Feltri di aspiranti ne ha diversi. Non c’è fretta”. Paolo Berlusconi ha quindi dato delle indicazioni sull’andamento del quotidiano nel 2009 e sulle previsioni per i prossimi mesi. “Nell’ambito della ristrutturazione del ‘Giornale’ – ha detto – con la direzione di Vittorio Feltri e Daniela Santanchè come concessionaria per la pubblicità  abbiamo cercato di dare risposte alla crisi che coinvolge l’editoria: prevediamo risultati eccellenti dal 2011, con un sostanziale equilibrio”. Nel 2009 si è registrata una perdita di 18 milioni contro il rosso di 24 milioni previsto. “Nel 2010 – ha concluso – dimezzeremo le perdite”. (AGI) Cli/Gla

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari