Televisione

06 maggio 2010 | 17:09

MO: STAMPA, DAHLAN LANCIA TV PER SCALARE VERTICI ANP

EST:MO
2010-05-06 17:31
MO: STAMPA, DAHLAN LANCIA TV PER SCALARE VERTICI ANP
RAMALLAH (CISGIORDANIA)
(ANSA) – RAMALLAH (CISGIORDANIA), 5 MAG – Grazie ad un serrato lavorio dietro le quinte, sta adesso tornando alla ribalta Mohammad Dahlan, ex uomo forte di al-Fatah nella striscia di Gaza dove – fino al putsch armato condotto da Hamas nel 2007 – comandava la influente Sicurezza preventiva. Questo mese – anticipa la agenzia ‘Nena-News’ – Dahlan si accinge a lanciare un nuovo canale satellitare che sarà  chiamato ‘Filistin al-Ghad’, la Palestina del domani: un’iniziativa concepita nell’intento di dare la scalata ai vertici dell’Anp. Secondo quanto ha appreso questa agenzia – nata di recente dal progetto di un collettivo di giornalisti che vivono e lavorano nel Vicino Oriente e in Italia – dietro al lancio del nuovo canale satellitare palestinese, presentato come “moderna televisione di al-Fatah”, ci sono imprenditori palestinesi ed arabi del Golfo. ‘Nena-News’ aggiunge che Dahlan dispone negli ultimi tempi di “generose donazioni” da parte dei suoi sponsor arabi che gli hanno facilitato l’elezione nel Comitato centrale di al-Fatah, lo scorso agosto. Adesso, a quanto pare, Dahlan è determinato ad andare oltre. Trovatosi in contrasto con Yasser Abed Rabbo, il presidente della televisione pubblica palestinese PBC, Dahlan si sta organizzando per lanciare la nuova emittente anche nella sensazione – scrive la agenzia – che il presidente dell’Anp Abu Mazen possa farsi da parte, forse per motivi di salute. In quel caso i nomi subito emergenti sarebbero quelli del premier Salam Fayad (che tuttavia non gode del sostegno di al-Fatah) e quello di Abu Maher Ghneim, che pare alleato a Dahlan. Quanto al popolare Marwan Barghuti, secondo questi analisti pare destinato a restare per il momento nel carcere israeliano dove sconta l’ergastolo per aver ispirato attentati terroristici. ‘Nena-News’ conclude che apparecchiature tecniche della nuova televisione palestinese attendono ancora lo sdoganamento da parte delle autorità  israeliane. Non è chiaro, secondo la agenzia, se dietro ai ritardi burocratici ci sia anche un messaggio politico da parte dello Stato ebraico. (ANSA).
COM-XBU/ ST1 S91 S0B QBXB