INTERCETTAZIONI: SIDDI, CLIMA PAURA CHE PORTA AD AUTOCENSURA

INTERCETTAZIONI: SIDDI, CLIMA PAURA CHE PORTA AD AUTOCENSURA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 MAG – “Si sta creando un clima che impaurisce e che porta all’autocensura su certi temi, si pensa che sia meglio non parlarne perché sono scomodi e possono creare grane”: lo ha denunciato il segretario della Federazione nazionale della stampa, Franco Siddi, parlando del ddl sulle intercettazioni e dell’appello congiunto Fnsi-Fieg di cui oggi “pochi giornali danno notizia”. Siddi, che interveniva a una conferenza stampa presso Fnsi di presentazione della Marcia per la pace Perugia-Assisi, ha aggiunto che “il clima, prima ancora che le leggi, è pesante” e ha esortato a “rendere l’aria più respirabile” facendo intravvedere anche la possibilità  di un ricorso alla Corte di Strasburgo. “Questa legge non riguarda solo le intercettazioni ma riguarda tutti gli atti giudiziari” ha precisato, ricordando il motto “dovere di informare, diritto di sapere”. “L’informazione non è di proprietà  dei giornalisti né degli editori né di nessuno, è di proprietà  dei cittadini – ha detto ancora Siddi – e sicuramente ne serve di più, non di meno”. (ANSA).
AB/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari