New media

13 maggio 2010 | 9:51

GIAPPONE: VERSO OK A INTERNET PER ELEZIONI, MA NO A TWITTER

GIAPPONE: VERSO OK A INTERNET PER ELEZIONI, MA NO A TWITTER
TOKYO
(ANSA) – TOKYO, 13 MAG – Il Parlamento giapponese si prepara a sollevare in parte il singolare bando all’utilizzo di blog e siti Internet in campagna elettorale, lasciando però ancora fuori strumenti popolarissimi come la posta elettronica e la piattaforma di microblogging Twitter. L’iniziativa per allentare le restrizioni in materia di propaganda elettorale è stata avviata mercoledì con un’intesa bipartisan tra maggioranza e opposizione, in vista delle imminenti elezioni estive per il rinnovo del Senato. Secondo l’intesa preliminare, che dovrà  essere tradotta in legge in tempi stretti per poter essere applicata alla prossima campagna elettorale, ai candidati politici e ai partiti non sarà  più vietato aggiornare i propri siti e blog durante il periodo che precede il voto. Le parti, tuttavia, non sono riuscite a trovare un accordo per includere nello schema di massima il via libera all’utilizzo di e-mail e Twitter, dato che alcuni parlamentari hanno citato preoccupazioni per i possibili rischi legati alla diffamazione attraverso i due popolari strumenti di comunicazione. Secondo le norme vigenti, i messaggini pubblicati su Internet via Twitter (massimo 140 caratteri l’uno) possono essere giudicati alla stregua di “letteratura e immagini”, che la vetusta legge sulle elezioni pubbliche considera illegali quando utilizzati nelle attività  di propaganda elettorale. (ANSA).
YY2-FT/ ST2 S91 S0B QBXB