Internet/ Guerra aperta tra Facebook e FarmVille

Apc-Internet/ Guerra aperta tra Facebook e FarmVille
Social network applica commissione 30% su transazioni finanziarie

Roma, 14 mag. (Apcom) – Il connubio tra Facebook e FarmVille ha contribuito grandemente al successo del social network, che ha sfruttato la popolarità  di uno dei giochi on-line più diffusi: la coppia tuttavia potrebbe rompersi per una banale questione di soldi, secondo quanto riporta il quotidiano britannico the Times.

Facebook ha infatti deciso di modificare gli accordi con le aziende e gli sviluppatori che costruiscono applicazioni per il sito, e riscuoterà  una commissione del 30% su tutte le transazioni finanziarie effettuate attraverso il social network.

La nuova strategia di Facebook ha irritato non poco la Zynga, creatrice di FarmVille e di altri giochi simili come FishVille e CaféWorld: sebbene il gioco on-line di per sé sia gratis, alcuni elementi necessari per salire di livello vengono acquistati con piccole quantità  di denaro vero e dato che i giocatori sono circa 83 milioni al mese il giro d’affari per l’azienda software è di 150 milioni di dollari l’anno.

Per questo Facebook ha deciso di introdurre i “crediti” come unica valuta utilizzabile sul sito, con una commissione del 30% ogni qualvolta questa venga usata da un utente: condizioni che Zynga considera proibitive al punto da valutare il lancio di un suo proprio social network; per rappresaglia, Facebook potrebbe decidere di espellerla gettando nella tristezza milioni di utenti.

Mgi

140952 mag 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti