Editoria

14 maggio 2010 | 10:18

EDITORIA: CONDE’ NAST PENSA A TRASLOCO DA TIMES SQUARE A WTC

EDITORIA: CONDE’ NAST PENSA A TRASLOCO DA TIMES SQUARE A WTC
NEW YORK
(ANSA) – NEW YORK, 13 MAG – Anna Wintour al World Trade Center? Secondo il New York Times il gigante delle riviste patinate Condé Nast sarebbe in trattative con la Port Authority of New York and New Jersey in vista di un possibile trasloco delle redazioni di Vogue, Vanity Fair e delle altre testate del gruppo a 1 World Trade Center – il grattacielo noto anche come Freedom Tower – in costruzione sul sito delle Torri Gemelle distrutte dai terroristi di al Qaida. Sarebbe un colpo grosso per Port Authority che finora ha attirato in quella che dovrebbe diventare la torre per uffici più alta del mondo soltanto uffici governativi e una società  immobiliare cinese. Secondo addetti ai lavori, il gigante delle riviste di lusso starebbe valutando di occupare nella Freedom Tower fino a 90 mila metri quadrati, l’equivalente di nove campi di calcio. Sperano molto che l’affare vada in porto anche i manager della Alliance for Downtown New York che ricordano il ruolo di Condé Nast nella rinascita di Times Square: nel 1996 il gruppo editoriale costruì e occupò un grattacielo al numero quattro della piazza e per il quartiere fu una vera rivoluzione. Condé Nast pubblica, oltre a Vogue e Vanity Fair, anche W, il New Yorker, Architectural Digest e altre 13 testate. Tra gli altri gruppi interessati a 1 World Trade Center ci sarebbero, secondo il New York Times, la banca d’affari Morgan Stanley e altre due società  di Wall Street. (ANSA).
BN/ ST3 S0A QBXB