Editoria

14 maggio 2010 | 10:27

GIORNALISTI: FNSI, SOLUZIONI CORRETTE PER STAGE E FORMAZIONE

GIORNALISTI: FNSI, SOLUZIONI CORRETTE PER STAGE E FORMAZIONE
INCONTRO CON DIRETTORI SCUOLE RICONOSCIUTE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 MAG – “La formazione per l’accesso alla professione giornalistica è un punto imprescindibile per il sindacato di categoria. Gli stage dei master di giornalismo riconosciuti sono una parte del percorso formativo da rendere ancora più qualificante e da irrobustire. Il loro svolgimento non può che avvenire però nel rispetto delle regole, del contratto di lavoro e della situazione oggettiva, organizzativa e funzionale delle testate”. Lo sottolinea la Federazione nazionale della stampa in una nota. La Fnsi è “fortemente impegnata, nel rispetto delle regole e del contratto, nonché delle norme vigenti in materia di ammortizzatori sociali alle aziende in stato di crisi, ad assicurare le soluzioni più idonee perché gli stage degli allievi delle scuole di giornalismo si possano svolgere secondo la programmazione formativa. Queste posizioni sono state chiarite nel corso di un incontro tra la segreteria della Federazione della Stampa ed i direttori delle scuole di giornalismo riconosciute. Il sindacato è impegnato a trovare soluzioni corrette, affinché in cooperazione con il sistema imprenditoriale del settore, siano rapidamente individuate le opportunità  e le possibilità  di stage, in coerenza con le norme vigenti, prestando anche particolare attenzione all’esigenza di non provocare nuovi oneri per gli allievi”. Nello stesso tempo la Fnsi “non può non ricordare che da quindici anni vige la norma contrattuale che nelle aziende in cui è in corso una procedura di stato di crisi o di riorganizzazione ai sensi della legge 416 (con Cig o prepensionamenti) ‘non e’ possibile procedere all’effettuazione di stagé: questa norma è impegnativa in termini assoluti per le parti contraenti del contratto – che sono la Fieg e la Fnsi. Purtroppo questa è una stagione in cui la gran parte delle imprese ‘storiche’ della carta stampata si trova in stato di crisi e i sacrifici sono all’attenzione di tutti. Di conseguenza, la Fnsi è impegnata ad azioni che tengano insieme il sistema e a non alimentare conflitti generazionali. Nel concreto, per gli stagisti delle scuole di giornalismo e non per altri, si cercherà , in cooperazione col sistema delle imprese, di valutare le problematiche e le opportunità  perché i percorsi formativi previsti possano avere il loro giusto compimento. Già  dalla prossima settimana saranno evidenti le migliori soluzioni possibili”. (ANSA).
COM-MAJ/ S0A QBXB