Diritti calcio/ Conto Tv: Siamo piccoli e dunque perderemo

Apc-Diritti calcio/ Conto Tv: Siamo piccoli e dunque perderemo
Giudice si riserva decisione su violazione concorrenza

Milano, 14 mag. (Apcom) – “Siamo piccoli e dunque perderemo”. Se la cava con una battuta nel segno della scaramanzia Marco Crispino di Conto Tv alla fine dell’udienza in cui è stato discusso il ricorso dell’emittente a metà  strada tra porno e pallone che chiede di sospendere l’esecutività  del contratto che assegna a Sky la messa in onda delle partite per i prossimi due campionati di serie A.

Il giudice Claudio Marangoni si è riservato di decidere e lo farà  non prima di una settimana – dieci giorni, depositando in cancelleria il provvedimento che segnerà  un’altra tappa di una lunga e intricata vicenda che in passato aveva visto la corte d’Appello prima accogliere la tesi di Conto Tv e poi dichiararsi incompetente a favore del tribunale, sezione specializzata sulla proprietà  industriale.

Bruno Ghirardi che rappresenta in aula la Lega Calcio spiega: “Non ci è stato ancora detto quale norma o disposizione avremmo violato. C’è una autorità  che si occupa di concorrenza e mercato che ha giudicato il nostro comportamento corretto e legittimo”.
Per un’ora e mezza dalle 9,30 alle 11 le parti hanno speigato le loro ragioni illustrando le memorie scritte già  depositate. Il giudice ha chiesto a tutti di entrare nel merito su satellite, digitale terrestre e relativi mercati.

Frk

141128 mag 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi