Scelte del mese

20 maggio 2010 | 14:59

Comunicare il non profit, Telecom ci riprova

Telecom Italia l’ha capito già  da un po’: la capacità  di comunicare è fondamentale per ogni attività  di fund raising e advocacy. La più grande società  italiana di telecomunicazioni giocava su questa immediata constatazione già  nella pubblicità  con Gandhi di qualche anno fa, firmata Spike Lee: nello spot si invitava lo spettatore a immaginare come sarebbe il mondo se il Mahatma avesse potuto comunicare con moderne tecnologie.
Adesso ci riprova: al terzo Festival di fund raising di Castrocaro Terme (Forlì-Cesena), lo scorso 12 maggio, ha presentato i suoi nuovi servizi rivolti al non profit.
Si tratta da una parte delle offerte di Niumidia Adv, la concessionaria pubblicitaria del gruppo, e in particolare della soluzione ‘Digital Onlus’, un pacchetto che consente agli operatori del terzo settore di sfruttare in modo sinergico Internet e la telefonia mobile. Gli strumenti di mobile advertising ideati per la raccolta fondi permettono infatti di gestire gli invii di sms pubblicitari con piattaforme di fund raising direttamente collegate alla campagna pubblicitaria stessa. In più le onlus, per aumentare la diffusione del proprio marchio, potranno utilizzare gli spazi dei portali Virgilio, Tim e Tim Internet mobile, la pagina di accesso per chi si collega al web con la chiavetta.
Dall’altra parte, il gruppo ha mostrato due servizi di Impresa Semplice creati su misura per le onlus, che comprendono tutti gli strumenti di comunicazione per trasmettere il proprio messaggio, dalla telefonia a Internet, fax, posta elettronica, numeri verdi e piattaforme di messaggistica.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 406 maggio 2010