Madron trova soldi e giornalisti

Paolo Madron ha trovato altri tre soci, che come lui hanno messo 250mila euro nel progetto e che continueranno a mantenere la maggioranza della proprietà , ma punta a raccogliere almeno il doppio e più per lanciare a settembre il suo giornale on line.
Intanto, sta selezionando, tra le decine di curriculum che gli sono stati inviati, una quindicina di giovani giornalisti esperti di web a cui proporre contratti flessibili per contenere al massimo il costo del lavoro e ha registrato un po’ di testate, tra le quali individuerà  quella con cui battezzare l’iniziativa.
Madron assicura un rigoroso business plan per assicurare la vita all’impresa che si baserà  sulla pubblicità : “Stiamo valutando possibili concessionarie”, afferma, “ma è naturale che per i primi tempi la raccolta si baserà  innanzitutto sui rapporti personali. Non saremo un sito specializzato e non faremo pagare i contenuti, anche se in futuro potremmo realizzare delle newsletter, ma i nostri lettori come in altre esperienze, soprattutto negli Usa, potranno sollecitare delle inchieste contribuendo finanziariamente”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 406 maggio 2010

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale