INFORMAZIONE: MAURO, NORMA INTERCETTAZIONI SPINGE EDITORI IN REDAZIONE

INFORMAZIONE: MAURO, NORMA INTERCETTAZIONI SPINGE EDITORI IN REDAZIONE
(ASCA) – Roma, 24 mag – Quella del ddl sulle intercettazioni e’ ”una norma che spinge l’editore in redazione ad esercitare un sindacato di contenuto sulla pubblicazione della notizia”. Lo ha spiegato il direttore di Repubblica, Ezio Mauro, intervenendo al confronto – promosso dalla Fnsi – tra i direttori dei giornali italiani sul ddl intercettazioni. Mauro ha evidenziato che si tratta di un provvedimento che ”e’ irragionevole, irrazionale e cozza con i principi della liberta’ di stampa”. Poi Mauro ha ricordato che ”non e’ vero che siamo tutti intercettati. Nel 2009 le intercettazioni sono diminuite rispetto al 2008 e il loro costo e’ sceso. Le persone intercettate sarebbero 25-27mila. Quello che voglio dire – ha aggiunto Mauro – e’ che il cittadino normale non ha nulla da temere. Noi difendiamo un dovere. Utilizzeremo tutti gli strumenti per permettere ai cittadini di continuare essere informati”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari