Televisione

25 maggio 2010 | 9:35

Ssbt: nasce Tivuitalia, nuovo operatore nazionale

25 May 2010 08:30 CEDT Ssbt: nasce Tivuitalia, nuovo operatore nazionale

BRESCIA (MF-DJ)–Tivuitalia, societa’ integralmente controllata dalla Screen Service Broadcasting Technologies (Ssbt), ha depositato presso il dipartimento per le Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico l’integrazione alla Dichiarazione di Inizio di Attivita’ (Dia) come operatore televisivo nazionale.

Lo si apprende in una nota in cui si precisa che Ssbt negli ultimi mesi, attraverso la controllata Tivuitalia, ha proseguito nella strategia di acquisizione di impianti di diffusione televisiva sul territorio nazionale, raggiungendo una copertura di circa il 57% della popolazione, pari a 32 milioni di abitanti. Tivuitalia ha quindi acquisito lo status giuridico di autorizzato generale per l’attivita’ di operatore di rete televisiva in ambito nazionale. Tivuitalia si pone come network provider per la veicolazione di programmi di terzi interessati a trasmettere i propri contenuti sull’intero territorio italiano.

“L’autorizzazione generale per l’attivita’ di operatore di rete nazionale – ha commentato Antonio Mazzara, presidente di Tivuitalia e Ceo della controllante Ssbt – corona un processo di evoluzione e diversificazione dell’attivita’ del gruppo che, da produttore leader di apparati di trasmissione, si pone oggi come unico operatore in grado di offrire capacita’ trasmissiva sulla propria infrastruttura a fornitori di contenuti. Con questo passaggio – continua Mazzara – la rete di Tivuitalia viene a rappresentare un importante asset patrimoniale che verra’ ulteriormente valorizzato attraverso investimenti per il completamento della dorsale bidirezionale ad alta capacita’, che consentira’ l’interconnessione su frequenze terrestri di tutti gli impianti di diffusione televisiva, nonche’ il trasferimento di dati, servizi e programmi sull’intero territorio nazionale con apparati tutti di produzione Screen Service. Tra i nostri futuri obiettivi c’e’ l’ampliamento della copertura fino a superare il 90% della popolazione italiana e la eventuale partecipazione alla gara dove verranno assegnate ulteriori nuove frequenze nazionale in Sfn (dividendo digitale) sulla base del piano elaborato dall’Agcom valido per il passaggio al digitale”. com/mcn

(END) Dow Jones Newswires

May 25, 2010 02:30 ET (06:30 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.