EDITORIA: IL GIORNALE, DA 1/7 CIG PER LAVORATORI SIES

EDITORIA: IL GIORNALE, DA 1/7 CIG PER LAVORATORI SIES
LETTERA APERTA A P. BERLUSCONI, PREOCCUPATI PER SITUAZIONE
MILANO
(ANSA) – MILANO, 24 MAG – Con una lettera aperta a Paolo Berlusconi, editore de “Il Giornale” i lavoratori della “Sies”, l’azienda che dal 1978 si occupa della preparazione e stampa del quotidiano milanese, si dicono “preoccupati” per la situazione occupazionale alla luce del fatto che dal primo luglio prossimo “nove lavoratori della Sies saranno messi in cassa integrazione a zero ore”. “Dopo oltre trenta anni di stretta collaborazione – si legge nella lettera aperta – crediamo di aver contribuito alla storia del ‘Giornale’ quindi non le nascondiamo la nostra meraviglia. Eravamo convinti che esistesse uno ‘stile Berlusconi’ che coinvolgesse tutta la Sua famiglia, stile che si è manifestato in molte occasioni: le scriviamo preoccupati per la situazione venutasi a creare nonostante le rassicurazioni della precedente direzione di un assorbimento sotto la Sua testata e siamo preoccupati per il prolungarsi delle trattative per il raggiungimento di un accordo con la nostra azienda per quanto riguarda la nuova rotativa che, in caso negativo, comporterebbe ulteriori problemi occupazionali”. “In tutti questi anni abbiamo ridotto il nostro organico – continua la lettera – sicuri che di fronte a numeri irrisori si sarebbe cercata una strada alternativa al nostro licenziamento. Vogliamo ancora sperare in un ripensamento”.(ANSA).
COM-FL/ S42 S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari