TLC

25 maggio 2010 | 14:56

EUTELIA: CGIL,NO COMMISSARIO O AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

EUTELIA: CGIL,NO COMMISSARIO O AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA
DOMANI TRIBUNALE CIVILE VALUTERA’ RICHIESTA PM PER INSOLVENZA
AREZZO
(ANSA) – AREZZO, 25 MAG – Niente inversioni improvvise di rotta. La posizione della Cgil è ferma: il sindacato è contrario all’amministrazione straordinaria per Eutelia e all’avvento di un commissario. “Una soluzione di questo tipo – ha detto Emiliano Miceli, segretario nazionale della Slc/Cgil, in una conferenza stampa ad Arezzo – potrebbe arrestare il processo virtuoso messo in moto dai nuovi vertici dell’azienda”. Il riferimento è all’appuntamento di domani al tribunale civile di Arezzo che dovrà  valutare la richiesta del pm Roberto Rossi di dichiarare lo stato di insolvenza dell’azienda. “In una provincia come quella di Arezzo il lavoro è merce preziosa specie con Eutelia che in Toscana e in Lombardia – ha proseguito Miceli – ha un patrimonio importantissimo di migliaia di chilometri di fibre ottiche”. Un settore in crisi ma che lascia intravedere ampi margini di miglioramento essendo ancora un obiettivo strategico importante per l’Italia. “Noi, in qualche caso – prosegue il segretario nazionale della Slc – pensiamo che la dichiarazione di insolvenza e l’amministrazione straordinaria possano servire per salvare l’occupazione, ma ci sono anche esempi di scuola eccellenti che dimostrano il contrario. Abbiamo tuttavia perplessità  che per Eutelia si possa percorrere la medesima strada. Qui infatti l’affrancamento dell’impresa, che è il bene che resta, dall’imprenditore è già  avviato e comincia a dare i suoi frutti. Scegliere ora di far amministrare il gruppo da un commissario potrebbe davvero interrompere un meccanismo positivo innescato dalla nuova dirigenza. Del resto questa è un’azienda che ha ancora margini di ricavo”. (ANSA).
YG9-MU/DLM S57 S42 S0A QBXB