INTERCETTAZIONI:PM CAPALDO, SENZA CERTE INDAGINI NON CI SAREBBERO

INTERCETTAZIONI:PM CAPALDO, SENZA CERTE INDAGINI NON CI SAREBBERO
(AGI) – Roma, 25 mag – “Le inchieste sulla sanita’ o su Telecom Fastweb non avrebbero visto la luce o, quanto meno, avere il contenuto che hanno attualmente. Non c’e’ inchiesta che non utilizzi lo strumento delle intercettazioni”. Cosi Giancarlo Capaldo, Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia spiega la necessita’ del metodo delle intercettazioni ai microfoni di Sky Tg24. “C’e’ nel Paese un forte clima di illegalita’. La corruzione e’ uno dei mali del Paese – ha aggiunto il Procuratore – ed e’ uno degli strumenti attraverso cui l’Italia va verso i Paesi del terzo mondo”.(AGI) red

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari