New media

27 maggio 2010 | 10:02

INTERNET: STUDIO, UTENTI NON VOGLIONO RINUNCIARE A PRIVACY

INTERNET: STUDIO, UTENTI NON VOGLIONO RINUNCIARE A PRIVACY
ROMA
(ANSA) – ROMA, 26 MAG – Gli internauti non sono disposti a rinunciare alla privacy, nemmeno a fronte di un intrattenimento gratuito. E’ quanto emerge da un’indagine dei ricercatori di Edelman su un campione di inglesi e americani, che arriva in un momento in cui la riservatezza dei dati personali è al centro delle polemiche dopo i cambiamenti nelle impostazioni di Facebook e le informazioni raccolte “per errore” da Google con le auto di Street View. Per avere contenuti gratis il 47% degli statunitensi e il 44% dei britannici si dicono disposti a sacrificare un intrattenimento online privo di inserzioni pubblicitarie, mentre accetterebbero di rinunciare alla condivisione dei contenuti con gli amici il 43 e il 35% rispettivamente. Oscilla fra il 20 e il 40%, poi, la percentuale di chi farebbe a meno di scegliere il dispositivo da cui fruire dei contenuti e di chi sopporterebbe di non poter accedere all’intrattenimento da molteplici dispositivi. In questo quadro la privacy si piazza all’ultimo posto. Soltanto il 13% degli utenti Usa e l’11% di quelli britannici afferma di essere disposto a sacrificare la riservatezza dei suoi dati personali. Gli internauti sarebbero addiririttura più propensi a rinunciare a un’alta qualità  dei contenuti, un’ipotesi accolta dal 14% degli americani e dal 10% degli inglesi.(ANSA).
Y89-VC/ S0A S04 QBXB