TV: MENTANA, PER ACCORDO CON LA7 ANCORA UN PAIO DI GIORNI

TV: MENTANA, PER ACCORDO CON LA7 ANCORA UN PAIO DI GIORNI
GIORNALISTA HA INCONTRATO VERTICI AZIENDA PER DIREZIONE TG
ROMA
(ANSA) – ROMA, 21 GIU – Entro un paio di giorni Enrico Mentana sarà  il nuovo direttore del Tg de La7. L’ex direttore del Tg5, interpellato dall’Ansa, ha confermato di aver incontrato oggi i vertici della rete di Telecom Italia Media. “Entro due o massimo tre giorni – ha detto – l’accordo dovrebbe essere raggiunto”. Milanese, classe 1955, Mentana è stato assunto in Rai nel 1980 dove è stato anche conduttore del Tg1 e vicedirettore del Tg2. Nel gennaio del 1992 è passato a Mediaset, diventando direttore del neonato Tg5, fino all’11 novembre 2004, giorno in cui ha dato il suo addio in diretta dal tg della sera annunciando anche il suo successore, Carlo Rossella. In seguito é stato nominato direttore editoriale di Mediaset e nel settembre 2005 ha esordito con il nuovo programma d’informazione in seconda serata Matrix, da lui ideato (con la collaborazione di Davide Parenti, capo-autore delle Iene) e che ha condotto fino alla rottura del 9 febbraio 2009. Da allora è rimasto lontano dalla tv. Durante la campagna elettorale per le ultime regionali, il giornalista ha avviato una collaborazione col Corriere della Sera, conducendo sul sito del quotidiano l’approfondimento Mentana Condicio, durante il periodo di stop ai talk show dettato dal regolamento sulla par condicio. (ANSA).
TH/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi