PRIVACY: FACEBOOK, APPLICAZIONI ‘ESTERNE’ PIU’ TRASPARENTI

POL:PRIVACY
2010-07-01 17:17
PRIVACY: FACEBOOK, APPLICAZIONI ‘ESTERNE’ PIU’ TRASPARENTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 1 LUG – Le applicazioni ‘esterne’ ospitate da Facebook – giochi, quiz e pagine web – d’ora in poi per accedere ad altre informazioni, oltre a quelle del profilo pubblico, degli utenti del social network, dovranno esplicitamente chiedere loro l’autorizzazione indicando quali sono i dati di cui avranno bisogno per funzionare. La mossa del sito fondato da Mark Zuckerberg, e che conta in tutto il mondo oltre 500 milioni di utenti, rientra nei cambiamenti alle opzioni per la privacy introdotti ad aprile, dopo la collaborazione avviata con il Commissario canadese per la riservatezza dei dati personali. D’ora in poi, spiega sul blog di Facebook il Cto Bret Taylor, i siti esterni che chiedono l’accesso con l’account del social network o le applicazioni di ‘terzi’ dovranno esplicitamente chiedere agli utenti l’autorizzazione per usare dati ‘personali’ non compresi nel profilo pubblico, come foto e video o informazioni sui propri contatti. (ANSA).
Y14-VC/ S0A S04 QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti