Editoria

05 luglio 2010 | 10:09

GIORNALISMO: AD ISCHIA UN PREMIO SPECIALE PER ANSA.IT

GIORNALISMO: AD ISCHIA UN PREMIO SPECIALE PER ANSA.IT
PER I BLOG VINCONO MESSORA, MISMETTI CAPUA E BOCCOLINI
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 4 LUG – Un riconoscimento speciale è stato assegnato, nell’ambito del Premio Ischia internazionale di giornalismo, all’agenzia Ansa per aver raggiunto nell’arco di un mese, con il portale Ansa.it, il traguardo dei 100 milioni di pagine visualizzate con 7 milioni di visitatori unici. Il riconoscimento è stato consegnato al direttore dell’Ansa, Luigi Contu, dal direttore de il Mattino Virman Cusenza. Claudio Messora, blogger di ‘Byo Blu’ con il suo articolo su ‘L’informazione assassinà  in occasione del terremoto in Abruzzo é invece il vincitore della seconda edizione del Premio Ischia social network. La città  di Asterix, il blog su Facebook che racconta la storia vera di quattro ragazzini afgani incontrati su un autobus nel centro di Roma, mentre il Tevere esondava. Erano arrivati in Italia da Tagab, Afganistan, dopo aver percorso 5000 Km a piedi. E’ la storia, raccontata invece dalla giornalista Carlotta Mismetti Capua, giunta seconda classificata al Premio Ischia social network. La giuria del premio, coordinata da Cristina Tagliabue, è composta da Paolo Rastelli (Corriere.it), Anna Masera (LaStampa.it), Giuseppe Smorto (Repubblica.it), Daniele Bellasio (Il Sole24Ore.com), e i responsabili delle sezioni online delle agenzie Ansa e Adn Kronos, che, insieme ai principali collettori di social network (Liquida, Wikio e BlogBabel), ha dato indicazioni su 10 blog/social network che sono stati poi votati direttamente dalla rete sul sito del premio Ischia. Grazie ai tanti fan e sostenitori dei blog in concorso il sito del premio Ischia ha raggiunto in poco tempo oltre 100mila contatti. Il Comune di Forio, in occasione della puntata di Io Reporter dedicata al Premio Ischia, consegnerà  il premio “Raggio verde per i diritti umani” a Hamza Boccolini, il cacciatore di “Al Qaeda” sul web. Boccolini, giornalista di “Aki, Adnkronos International”, da anni, è attento segugio della rete jihadista dal nostro Paese. Trentenne, italiano musulmano (si è convertito all’Islam a 18 anni), già  direttore della Moschea di Napoli prima di divenire giornalista del web, è stato il primo laureato alla facoltà  di studi islamici alla Orientale di Napoli.(ANSA).
COM-PGL/ S44 S0B QBXB