Comunicazione, TLC

05 luglio 2010 | 15:46

MEDIOBANCA: MULTINAZIONALI; TRA BIG ITALIA CRESCE LUXOTTICA

MEDIOBANCA: MULTINAZIONALI; TRA BIG ITALIA CRESCE LUXOTTICA
ENTRA ANCHE DANIELI, AL TOP RESTANO ENI ED ENEL
MILANO
(ANSA) – MILANO, 5 LUG – Il quadro delle multinazionali italiane è ormai cristalizzato con le ‘statali’ Eni ed Enel che nel 2009, con rispettivamente 83,2 e 62,2 miliardi di euro di fatturato, confermano la propria posizioni di leadership. E’ quanto emerge dal consueto focus R&S Mediobanca sulle imprese giganti (fatturato 3 miliardi euro) nel mondo che indica, in particolare, l’ingresso tra le italiane della Danieli e la crescita di Luxottica. Nella classifica delle multinazionali industriali più grandi a livello globale, Eni è in 13/ma posizione (in calo di un posto). Nella classifica delle utilities di tutto il mondo Enel è invece la prima per capitale investito (111 mld). Telecom, che nella classica solo italiana è in quarta posizione dietro Fiat, conferma nel settore delle tlc (a classifica invariata con Vodafone al top) l’ottava posizione. Oltre 20 miliardi di fatturato fanno capo poi a gruppi italiani con la ‘testa’ fuori dai confini nazionali o ad azionariato misto: si tratta di Tenaris, Ferrero e Stm (le prime due che hanno sede in Lussemburgo e la terza in Olanda). Il peso del fatturato delle multinazionali italiane sul Pil nazionale è però il più basso della media europea (21,3% contro il 27,8%) e solo in Spagna è più modesto (17,4%). Le incidenze più elevate si trovano nel Regno Unito (52%), Francia (40%), Scandinavia (37%) e Germania (36%). (ANSA).
PEG/ R64 S42 S0A QBXB