Comunicazione

06 luglio 2010 | 9:55

AS ROMA: RUPERTO, NON E’ RINVIO MA SOLO UNA SOSPENSIONE

AS ROMA: RUPERTO, NON E’ RINVIO MA SOLO UNA SOSPENSIONE
PUNTUALIZZA SU AGGIORNAMENTO TRA UNICREDIT-ITALPETROLI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 5 LUG – “Ci aggiorniamo a giovedì perché a quest’ora ci sono altri impegni. Pensavamo di finire, e invece non è stato così, ma questo non è un rinvio ma solamente una sospensione”. Lo ha detto il professor Cesare Ruperto, presidente del collegio arbitrale incaricato di dirimere la questione legata al debito di oltre 325 milioni di euro che Italpetroli, società  che controlla la As Roma, ha nei confronti di Unicredit. “Non ci sono dissensi, si sta solo puntualizzando tutto”, ha aggiunto Ruperto – questa fase è definita ‘puntuazione’. Credevamo di chiudere in mezz’ora, e invece non è stato così. Ho fiducia che giovedì si possa chiudere”. Alla domanda di alcuni cronisti sull’esclusione, a questo punto, del ricorso al lodo arbitrale, Ruperto ha spiegato che: “Finché io non firmo non escludo nulla, ma c’é comunque una piena collaborazione tra le parti. Perché il rinvio a giovedi? perché prima le parti avevano altri impegni”. All’uscita dallo studio legale ha parlato anche Francesco Carbonetti, legale per Unicredit. “Data l’ora tarda l’udienza é sospesa. Proseguirà  quindi giovedì alle 18 il tentativo del collegio di trovare una conciliazione”. Ottimista l’avvocato di Italpetroli, Agostino Gambino: “Ci auguriamo di aver lavorato nella direzione giusta”. Solo poche aprole, invece, da parte della presidente della As Roma, Rosella Sensi: “hanno già  detto tutto gli avvocati – ha spiegato – ed è giusto che parlino loro. Stanca? Forse lo sarete più voi giornalisti dopo una giornata così, sotto il sole”. (ANSA).
Y90/ S0A QBXC