Intercettazioni/ Calabrò: Libertà  informazione è incomprimibile

Intercettazioni/ Calabrò: Libertà  informazione è incomprimibile

“Non parlo di ddl, ma devo richiamare l’attenzione sui principi”

Roma, 7 lug. (Apcom) – La libertà  d’informazione è tutelata dal Trattato di Lisbona ed è quindi un principio “incomprimibile” da leggi nazionali. Lo ha sottolineato il presidente dell’Agcom, Corrado Calabrò, secondo cui “la libertà  d’informazione è un valore più tutelato di altri perchè lo tutela la Costituzione (articolo 21) e anche il Trattato di Lisbona, che l’ha posto tra i principi fondanti dell’Unione europea. Quindi è chiaramente incomprimibile anche da eventuali interventi legislativi nazionali che si ponessero in contrasto con quei principi”.

“Io non mi pronuncio specificamente – ha aggiunto Calabrò intervenendo su Repubblica Tv – su cose che sono all’esame del Parlamento (il provvedimento sulle intercettazioni, ndr), però ai principi devo richiamarmi e richiamare l’attenzione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari