Editoria

07 luglio 2010 | 17:29

INTERCETTAZIONI: ORDINE GIORNALISTI, SI’ REGOLE NO CENSURA

POL:INTERCETTAZIONI
2010-07-07 18:04
INTERCETTAZIONI: ORDINE GIORNALISTI, SI’ REGOLE NO CENSURA
CONSIGLIO, ADESIONE INCONDIZIONATA A PROTESTA FNSI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 LUG – “In nome della riservatezza non si possono privare i cittadini delle notizie”. Lo ribadisce il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti annunciando l’adesione incondizionata alla protesta indetta dalla Fnsi e invitando tutti i giornalisti italiani a partecipare allo sciopero per giungere al ‘silenzio dell’informazioné il 9 luglio. Il consiglio, riunito oggi a Roma, si legge in un documento approvato con 122 voti favorevoli e 1 contrario, “aderisce incondizionatamente alla protesta indetta dalla Federazione della Stampa contro il disegno di legge sulle intercettazioni che pone intollerabili limiti al diritto di cronaca; invita tutti i giornalisti italiani a partecipare allo sciopero per giungere al “silenzio” dell’informazione nella giornata di venerdì 9 luglio in difesa della libertà  di stampa e dell’etica professionale; impegna il Presidente e il Comitato esecutivo del Cnog a esperire ogni tentativo per modificare il disegno di legge in sede parlamentare in modo da impedire il bavaglio all’informazione; dà  mandato al Presidente e al Comitato esecutivo del Cnog, nella malaugurata ipotesi che il ddl venisse approvato nell’attuale formulazione, a ricorrere a ogni possibile azione legale per difendere il diritto dei cittadini a essere informati e il dovere dei giornalisti a informare corretta mente; fa voti affinché le forze parlamentari si rendano conto della profonda ferita che le limitazioni alla libertà  d’informazione arrecherebbero alla vita democratica del nostro Paese”. (ANSA).
LB/ S0A QBXB