Comunicazione

08 luglio 2010 | 9:27

Poste: italiani in rivolta per disservizi (MF)

08 Jul 2010 08:10 CEDT Poste: italiani in rivolta per disservizi (MF)

MILANO (MF-DJ)–Il gruppo guidato da Sarmi sta programmando la cancellazione dei servizi di consegna al sabato. E sale la protesta. Anche perche’ l’anno scorso il gruppo ha ricevuto 682 mln di contributi da parte dello Stato.
In particolare, si legge in un articolo di MF, nel gruppo ci sono sempre di piu’ servizi bancari e finanziari che hanno arricchito la divisione BancoPosta. Ma nel frattempo il servizio postale si e’ impoverito e pesa sempre meno nel gruppo, registrando un costante calo della qualita’ del servizio. Lettere e giornali arrivano sempre piu’ spesso in ritardo e ora le Poste stanno anche pensando di non effettuare piu’ consegne al sabato. Del resto basta entrare in un ufficio postale per rendersi conto delle strategie del gruppo. Lo sportello per le spedizioni di pacchi e raccomandate e’ in genere quello in fondo, l’ultimo della lunga fila. Mentre all’ingresso l’ufficio piu’ spazioso e’ riservato al consulente che offre ai clienti conti correnti, obbligazioni o polizze Vita.
L’ultimo bilancio pubblicato dalle Poste ne e’ la prova evidente: nel 2009 i servizi postali hanno rappresentato il 26% dei ricavi, una quota che continua a decrescere anno dopo anno, a tutto vantaggio dei prodotti assicurativi che sono arrivati a rappresentare il 46,7% degli oltre 20 mld di ricavi dello scorso anno. red/alb

(END) Dow Jones Newswires

July 08, 2010 02:10 ET (06:10 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.