Editoria

08 luglio 2010 | 11:08

TELECOM: MICELI (SLC), AZIENDA IMPAURITA IN PREDA A NEVROSI

TELECOM: MICELI (SLC), AZIENDA IMPAURITA IN PREDA A NEVROSI
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 8 LUG – “Il piano di riorganizzazione di Telecom dà  la sensazione di una azienda impaurita, che sembra non farcela, in preda ad una nevrosi, che tenta di poter risolvere tutto chiudendo gli occhi e sforbiciando ovunque sia possibile”. Lo ha detto il segretario generale della Slc-Cgil, Emilio Miceli, intervenendo all’assemblea dei lavoratori Telecom promossa dalla Cgil alla vigilia dello sciopero generale della categoria. “In questo – ha precisato Miceli – non rintracciamo una logica coerente, perché se vengono toccati i settori chiave, come l’informatica, significa che la irrazionalità  e la paura fanno premio sulla capacità  di un’azienda di poter contare su forze importanti per risollevarsi”. “Noi – ha aggiunto Miceli – abbiamo detto con chiarezza che respingiamo l’impianto sul quale l’azienda si sta muovendo. Poi, se ci sarà  un tavolo, diremo la nostra”. “Sono certo – ha concluso Miceli – che domani, in occasione dello sciopero, la risposta dei lavoratori sarà  all’altezza della gravità  della situazione, perché il terreno sul quale ci misuriamo con Telecom non è più quello convenzionale, nel quale le forme di governo degli esuberi soft rischiano di essere solo un ricordo del passato. Ovviamente questo rende lo scontro più duro e fa crescere la giusta preoccupazione dei lavoratori”. (ANSA).
YOA-TOR/ S44 S0A QBXB