Comunicazione

12 luglio 2010 | 13:33

Rai/ Direttore Radiodue Mucciante contro la ‘Gialappa’s band’

Apc-Rai/ Direttore Radiodue Mucciante contro la ‘Gialappa’s band’
“Polemica è disco rotto, la loro è formula logora”

Roma, 12 lug. (Apcom) – Polemica tra il direttore di Radiodue Rai Flavio Mucciante e gli autori-conduttori radiotelevisivi della Gialappa’s band. In una nota, Mucciante replica alle affermazioni contenute in un articolo-intervista pubblicato sul Venerdì di Repubblica. “Nessun mistero. Solo una formula – afferma – ormai logora, ripetitiva, ancorata ad un passato non in grado di rinnovarsi”.

“Il termine ‘epurazione’ -dice Mucciante – è usato completamente a sproposito. Radio2 non ‘epura’ nessuno ma vuole offrire agli ascoltatori una reale alternativa e nuovi progetti. Per questo ha rinnovato profondamente l`offerta editoriale di tutto il palinsesto, dove la Gialappa`s aveva solo appuntamenti occasionali di pochi giorni all`anno per eventi particolari. Lo stesso Santin – fa notare Mucciante – ammette che ‘la formula a volte è ripetitiva ma ci divertiamo’. Ecco, il nostro compito – commenta il direttore di Radio2 – non è quello di far divertire Santin e soci ma di sperimentare formati, linguaggi e conduttori per andare incontro a chi ci chiede intrattenimento intelligente, leggerezza e riflessione insieme”.

Secondo Mucciante “la formula di Radio2 per i Mondiali di calcio è stata un grande successo” mentre “i presunti grandi ascolti della Gialappa`s su Radio2 non sono purtroppo riscontrabili: interventi di pochi giorni o, a singhiozzo, nel corso di qualche settimana – come tutti sanno – non sono oggetto di uno specifico monitoraggio Audiradio. E`, invece, rilevato con precisione il dato di ‘Grazie per averci scelto’ di Marco Santin, programma che abbiamo dovuto spostare in palinsesto, in quanto – secondo l`ultima indagine disponibile – non era nemmeno tra i primi sei della sua fascia di ascolto. La stessa ragione che ha portato alla sostituzione di altri programmi con formule ormai usurate e ascolti molto al di sotto degli obiettivi, che avevano contribuito a far precipitare Radio2 in fondo alla classifica dei principali network nazionali con grave danno per le prospettive di crescita della Rete e il suo posizionamento sul mercato”.

“La polemica di Gialappa’s sembra davvero un disco rotto – dice ancora il dirigente della radio pubblica – da parte nostra c`è solo una grande attenzione verso chi ci ascolta, verso quel pubblico che ancora una volta ringraziamo per aver consentito che, in soli otto mesi, Radio2 conquistasse il quarto posto tra i network nazionali, scalando ben tre posizioni. Abbiamo l`ambizione di voler essere una radio di servizio pubblico in grado di competere ai massimi livelli sul mercato, di rilanciare l`orgoglio Rai, di voler contribuire a far conoscere giovani talenti e musica alternativa, di voler condividere questa avventura con tutti quegli artisti più affermati che credono in questo progetto. Senza chiudere la porta a nessuno. Anche con la Gialappa`s ‘mai dire mai’ – parafrasando un titolo forse un po` inflazionato: qualora, in futuro, ci presentasse formule originali e idee realmente innovative – conclude Mucciante – saremmo pronti a valutarle”.

Red/Bar

121328 lug 10