TLC

12 luglio 2010 | 14:56

Telecom I.:Slc-Cgil; azienda allo sbando, drammatizza crisi

12 Jul 2010 15:29 CEDT Telecom I.:Slc-Cgil; azienda allo sbando, drammatizza crisi

ROMA (MF-DJ)–”Telecom si e’ assunta la responsabilita’ di drammatizzare una crisi che non e’ tale da ricorrere ai licenziamenti collettivi, come qualsiasi piccola e media impresa ed al contrario delle grandi aziende di servizi a rete che, nonostante le contrazioni di mercato dovute alla crisi, si guardano bene dall’aggravare le pesanti condizioni sociali del paese”.
Lo afferma in una nota Emilio Miceli, segretario della Slc-Cgil, secondo cui “in questo senso Telecom propone al paese l’immagine di un’azienda allo sbando, senza una guida. Questa e’ la responsabilita’ che l’attuale management si e’ assunta di fronte al paese con la scelta di usare l’arma del licenziamento”.
Miceli ricorda che l’azienda annuncia gli esuberi “dopo aver regalato i due terzi degli utili agli azionisti, e dopo essersi elargito emolumenti altissimi e bonus assolutamente contraddittori con le procedure di licenziamento e soprattutto con etica e buon senso. E’ evidente che la risposta dei lavoratori sara’ commisurata alla gravita’ della situazione ed e’ oltretutto evidente che la trattativa va fatta alla presenza del Governo. Tra l’altro -prosegue Miceli- come avviene puntualmente, la borsa con il suo segno negativo, ha puntualmente segnalato che i temi di fondo di Telecom non riguardano il personale ma la prospettiva industriale”. com/ren

(END) Dow Jones Newswires

July 12, 2010 09:29 ET (13:29 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.