Televisione

12 luglio 2010 | 16:09

TV: REPLICHE, CODACONS CHIEDE INTERVENTO ZAVOLI PER RAI

TV: REPLICHE, CODACONS CHIEDE INTERVENTO ZAVOLI PER RAI
PROTESTE TELESPETTATORI CON ESTATE NESSUNA ALTERNATIVA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 LUG – “Sono tornate, implacabili, le repliche televisive. Ormai sono migliaia le proteste dei telespettatori, specie anziani, che lamentano di non avere alternative. Nel momento in cui vanno in vacanza i programmi della stagione in corso, non solo non c’è una valida sostituzione con programmi di tipo analogo, ad esempio attualità  con attualità , ma c’é esclusivamente l’invasione di telefilm in replica”. Il Codacons chiede l’intervento del Presidente della Commissione di Vigilanza Sergio Zavoli perché, “almeno la Rai, garantisca la continuità  del servizio pubblico. Non è possibile, ad esempio, con tutti i giornalisti che lavorano in azienda, che l’attualità , una volta chiusi Ballarò, Porta a Porta ed Anno Zero, vada in soffitta fino a settembre”. Il codacons fa presente che “oggi su Raiuno, l’ammiraglia in fatto di repliche, ci ritroviamo la solita ‘La signora in giallo’, in onda ininterrottamente dal 1984, l’immancabile ‘Don Matteo’, ‘Le sorelle McLeod’, e ‘Il commissario Rex’, in onda ininterrottamente dal 1997, per chiudere la serata con ‘Un medico in famiglia’. Unica novità  – prosegue il Codacons – rispetto alle precedenti programmazioni estive di Raiuno, esattamente identiche dal 2010 al 2003, è che non è stato messo in onda ‘La signora del west’, trasferito, per dare un segno rivoluzionario di cambiamento, su Raidue. Non che la programmazione Mediaset sia molto migliore: “Carabinieri” e “Distretto di polizia” continuano a spopolare, anche se su Rete 4″.(ANSA).
TH/ S0B QBXB