Comunicazione

20 luglio 2010 | 15:43

Gioco online/ Winga.it: “Puntiamo sul mobile gaming”

Gioco online/ Winga.it: “Puntiamo sul mobile gaming”
Diakonski punta a dieci milioni incassi nei primi 12 mesi

Roma, 20 lug. (Apcom) – Dieci milioni di euro di incassi nei primi dodici mesi di business, contando per il futuro sul rapido sviluppo del gioco attraverso il telefonino. E’ l’obiettivo di Winga.it, il sito di Buongiorno – la multinazionale italiana leader nel settore del mobile entertainment – appena lanciato in rete, secondo quanto dichiara ad Agipronews Assen Diakovski, Responsabile del global online gaming di Buongiorno.

Il progetto, ambizioso, è quello di sfondare in Italia e poi esportare il modello in altri mercato regolamentati di gaming, magari a partire dalla Francia. “Siamo i leader mondiali nel settore dell’entertainment – dice Diakovski – e il gioco sarà  una parte importante della nostra offerta. Decisiva per la nostra decisione di entrare nel settore, con l’acquisizione di una concessione telematica Aams, è stata la regolamentazione da parte dei Monopoli di Stato, che ha dato una cornice di legalità  e correttezza assolutamente necessaria. Ora crediamo nel business, nel quale saremo protagonisti in maniera diversa rispetto agli altri operatori: non saremo il classico sito di giochi, piuttosto un punto di riferimento per l’intrattenimento”.

Secondo Diakovski, “i giocatori professionali hanno ampia possibilità  di scelta sul mercato: con Winga.it intendiamo rivolgerci ad un pubblico completamente diverso, composto da persone che muovono i loro primi passi in questo mondo”.
L’approccio del giocatore “basic” al sito sarà  facilitato “innanzitutto dalla fase di collegamento del giocatore, attraverso ‘tool’ che siano di facile utilizzo. Per quanto concerne il prodotto, poi, non offriremo solo poker, ma anche Bingo, Gratta e vinci e Giochi numerici come Win For Life e SuperEnalotto. Il nostro sarà  un approccio ‘orizzontale’, su tutti i giochi, e non ‘verticale’ sul poker”.

“Puntiamo ad essere un operatore di medie dimensioni – dice Diakonski – Molto dipenderà  dall’iter regolamentare: già  abbiamo dovuto ricalibrare i nostri business plan per il ritardo nel varo del cash game e del bingo online”. Sul fronte del mobile gaming: “Sarà  un pezzo importante della nostra strategia di differenziazione, da qui al 2011. Se ne parla da diversi anni, crediamo ci siano ormai le condizioni per renderlo credibile: dai telefonini (gli smartphone) ad un sistema molto più stabile.
Vogliamo recitare un ruolo più importante in questo segmento del mercato, ancora più che sul web”.

AGP