Protagonisti del mese, Scelte del mese

21 luglio 2010 | 10:28

Aldo Reali – ‘Il mio amore è la Sipra’

L’8 luglio scorso tutti quelli che contano nel mondo della comunicazione erano al teatro Strehler di Milano per l’assemblea dell’Upa. E tutti hanno accolto con affetto e simpatia Aldo Reali, appena nominato amministratore delegato della Sipra, e Roberto Sergio, confermato presidente della concessionaria di pubblicità  della Rai.
Le nomine alla Sipra erano in agenda da diversi mesi, dalla fine del 2009, quando il precedente ad, Maurizio Braccialarghe (manager vicino alla sinistra) aveva lasciato l’incarico per andare a guidare la sede di Torino della Rai. In tutti questi mesi non si era riusciti a trovare un accordo sul nome del successore, fino a una settimana fa, quando il Cda della Rai ha deciso all’unaniminità  di confermare Sergio alla presidenza – dove era arrivato nel 2007 con il sostegno dei centristi di Casini, dopo un’esperienza triennale come direttore di Rai Nuovi Media – e di affiancargli come amministratore delegato Reali, che da tre anni ricopriva il ruolo di direttore generale (ora affidato a Nicola Sinisi, già  direttore di Sipra Lab). L’ex ministro Giuliano Urbani, l’altro candidato presidente della Sipra, è stato dirottato alla presidenza di NewCo Rai International, con Claudio Cappon amministratore delegato.
Reali è molto stimato nel mondo della comunicazione, anche perché non è aggressivo e arrogante, non ha cioè i difetti tipici del venditore di pubblcità . Al contrario, Reali è una persona garbata, colta (è laureato in sociologia), con cui si lavora bene: non crede nel motto ‘mors tua vita mea’ ma predilige la politica del ‘win win’, quella cioè che risulta vincente per tutte le parti in gioco.
L’unico suo difetto, se così si può chiamare, è l’amore smodato per la Sipra, una passione esclusiva che non ammette tradimenti. Ci è arrivato nel 1984 e da allora non l’ha più lasciata, se non per una breve scappatella nel 2001. Era l’epoca in cui nasceva La 7.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 408 – Luglio/Agosto 2010