Protagonisti del mese, Scelte del mese

21 luglio 2010 | 10:47

Luigi Abete – In piedi, il presidente!

Luigi Abete è presidente di Bnl dal 1998, una banca che ha strenuamente difeso nel 2005 dall’attacco della cordata capeggiata dall’Unipol di Giovanni Consorte e successivamente acquisita dal gruppo francese Bnp Paribas. Abete, che ha avuto anche un’intensa attività  istituzionale – dal 1978 al 1982 è stato presidente del Comitato nazionale giovani imprenditori della Confindustria;   dal 1983 al 1986 ha presieduto la Federazione industriali del Lazio e dal 1992 al 1996 è stato alla guida di Confindustria – ha sempre preferito non parlare della sua attività  d’imprenditore come presidente del gruppo A.Be.T.E spa (Azienda Beneventana Tipografica Editoriale), l’azienda grafica fondata dal padre Antonio nel 1946, che in seguito ha allargato i propri interessi all’editoria (attraverso lo Sviluppo Programmi Editoriali spa è socio di maggioranza delle agenzie Asca e Apcom e del settimanale Internazionale) e anche alla cultura e all’intrattenimento museale.
Di norma, niente interviste o dichiarazioni. Al massimo Abete ha sempre lasciato che a parlare fossero i manager preposti ai vari business. Ma per i 40 anni dell’Asca ha deciso di fare un’eccezione. È intervenuto a lungo alla celebrazione ufficiale del compleanno, un incontro istituzional-aziendale, ma anche un importante evento di comunicazione, organizzato alla sede romana della fondazione Civita, e ora in questa intervista a Prima racconta come si è sviluppata dal 1985 la storia editoriale del suo gruppo, quali sono le strategie dopo l’acquisto della maggioranza di Apcom e l’ingresso nel business dell’intrattenimento con il parco tematico Cinecittà  World.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 408 – Luglio/Agosto 2010