Protagonisti del mese, Scelte del mese

21 luglio 2010 | 11:10

Fox – La nuova stagione

Nonostante un mercato difficile e una legislazione che ha cominciato a imporre la riduzione del tetto all’affollamento pubblicitario orario per le pay tv (dal 18% di quest’anno si arriverà  al 12% nel 2013), il gruppo Fox in Italia è riuscito a portare a casa ottimi risultati sul fronte pubblicitario. Il fiscal year 2010 che si è chiuso a giugno ha registrato infatti una raccolta di 94 milioni di euro, in crescita dell’8% sul 2009.
“Un bel traguardo considerando che operiamo in una situazione di mercato stagnante tra l’1 e il 2%”, dice Diego Londoà±o, amministratore delegato Fox Channels Italy. “Un risultato ottenuto non solo con i tradizionali spot da 30 secondi ma anche grazie al contributo delle iniziative speciali e del web”. Le attività  ‘branded entertainment’ che fanno capo al responsabile ad sales & brand entertainment, Alessandro Militi, sono cresciute quest’anno del 16%, con una raccolta di 5,7 milioni di euro pari al 6% del fatturato complessivo. Mentre .Fox, la concessionaria on line guidata da Francesco Barbarani, con i siti del network Fox e MySpace ha portato a casa 2,1 milioni di euro.
“In questo fiscal year abbiamo avuto grandi soddisfazioni anche dal pubblico, che ci segue sempre con passione”, dice Londoà±o, “sulla piattaforma Sky i nostri canali sono i primi davanti a Sky Sport e Sky Cinema, con ascolti in crescita rispetto al 2009 del 4% nel total day e del 7% nel prime time. In generale a Fox fa capo l’1,8% della share complessiva e il 22,6% della share su Sky”.
Nel settore entertainment, il core business del gruppo, Fox domina la classifica dei più visti della pay tv piazzando Fox Crime al primo posto, Fox al terzo e Fox Life al sesto. “Nell’intrattenimento abbiamo il 64% degli ascolti nel total day e il 68% nel prime time”, precisa l’amministratore delegato di Fox Channels Italy, “e andiamo molto bene anche nel factual con il 40% di share nell’area Mondi e culture di Sky, che sale al 45% nel prime time, grazie al prezioso contributo dei canali National Geographic, +12% in questa stagione”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 408 – Luglio/Agosto 2010