CONSUMI: CENTROMARCA, PRODOTTI MARCA +0,3% IN PRIMO SEMESTRE

ECO:CONSUMI
2010-07-22 14:00
CONSUMI: CENTROMARCA, PRODOTTI MARCA +0,3% IN PRIMO SEMESTRE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 22 LUG – Sono in segno positivo le vendite dell’industria di marca nel primo semestre. Secondo le rilevazioni nel periodo del Centro Studi Centromarca il montante delle vendite di prodotti grocery (alimentare confezionato, articoli per la cura della persona e per la pulizia della casa) alle aziende è cresciuto dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Particolarmente positivo il dato relativo al giugno 2010, in cui il ‘sell in’ ha registrato una crescita dell’1,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. “La tenuta registrata dall’industria di marca, in un contesto di stagnazione della domanda, è frutto di uno sforzo enorme compiuto dalle nostre imprese”, sottolinea Luigi Bordoni, presidente di Centromarca. “In questi mesi – prosegue Bordoni – abbiamo potenziato la nostra attività  promozionale nei punti di vendita, moltiplicato le iniziative di co-marketing con i nostri partner distributivi, rafforzato gli investimenti pubblicitari che nel primo trimestre dell’anno sono cresciuti del 12% a fronte di un incremento medio del mercato del 5%. Un’attività  resa possibile dal costante controllo dei costi e dall’impegno delle imprese nella ricerca di nuovi spazi per recuperare efficienza ed efficacia operativa”. Centromarca ribadisce l’esigenza di interventi che possano contribuire al sostegno della domanda. “In primis – sottolinea Bordoni – iniziative di liberalizzazione che possano ridurre i costi fissi generati dai settori protetti, che oggi gravano in modo improprio sulle imprese e sulle famiglie”.(ANSA).
LS/ S0A S04 QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi