Rai/ Aiart: Perché per sito Tg1 solo studenti giornalismo?

Rai/ Aiart: Perché per sito Tg1 solo studenti giornalismo?

“Principale telegiornale pubblico in calo credibilità  e qualità ”

Roma, 22 lug. (Apcom) – Mentre infuria la polemica sulle anticipazioni delle dichiarazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi date dal sito del Tg1, l’associazione di telespettatori cattolici Aiart solleva un’altra questione: chi è a realizzare materialmente la vetrina web della testata ammiraglia della Rai. “Non discutiamo – si legge in una nota – le scelte editoriali, anche se a nostro parere sono discutibili. Ma una cosa chiediamo: è vero che per realizzare il sito internet del tg1 sono stati contattati solo ragazzi usciti dalle scuole di giornalismo? Non era meglio fare una selezione più ampia, visto che il principale tg del servizio pubblico è in calo di credibilità  e qualità ?”.

“Il Tg1, in questa direzione – prosegue il comunicato – si è caratterizzato spesso per nascondere le notizie, per partigianeria, o per una certa partigianeria. Ma oltre a questo nutriamo dubbi sul modo in cui sono stati scelti i giornalisti.
Le scuole di giornalismo sono un’importante occasione di formazione, ma non possono essere considerate – conclude l’Aiart – la via esclusiva per accedere a questa professione, ancor più quando si parla di servizio pubblico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi