Comunicazione

26 luglio 2010 | 9:36

Apc-* Iran/ Ue pronta a varare pacchetto di sanzioni molto severe

MAW9004 4 est gn00,rk04,in02 145 ITA0004;
Apc-* Iran/ Ue pronta a varare pacchetto di sanzioni molto severe

Ministri Esteri dei 27 paesi Ue si riuniscono oggi a Bruxelles

Bruxelles, 26 lug. (Apcom) – L’Unione Europea si appresta ad adottare oggi un pacchetto di sanzioni contro l’Iran di una severità  senza precedenti, che mirano in particolare al settore strategico dell’energia. L’accordo di massima raggiunto nei giorni scorsi dagli ambasciatori dei 27 paesi membri dovrà  essere ratificato nel corso della riunione dei ministri degli Esteri a Bruxelles.

Le sanzioni per indurre Teheran a rinunciare al programma nucleare vanno ben oltre il pacchetto approvato il 9 giugno dal Consiglio di sicurezza dell’Onu. “Si tratterà  del pacchetto di sanzioni più severe che l’Ue abbia mai adottato contro l’Iran o qualunque altro paese”, hanno sottolineato alcuni diplomatici europei.

La novità  consiste proprio nell’obiettivo delle sanzioni, che puntano ad indebolire il settore delle industrie del gas e petrolio, con l’introduzione di un divieto di nuovi investimenti in questi campi, così come di un divieto di assistenza tecnica e di trasferimento di tecnologie.

L’Iran, pur essendo il quarto produttore mondiale di greggio, importa fino al 40% del suo fabbisogno di benzina, poiché non possiede raffinerie sufficienti a soddisfare la domanda interna.

Le conseguenze delle sanzioni saranno evidenti anche sul settore dei trasporti merci, con controlli rafforzati in tutti i porti e gli scali europei. Verranno ridotti gli spazi per gli scambi commerciali con limiti ai crediti all’esportazione, con il divieto di attività  di alcune banche iraniane e con l’aggiunta di una quarantina di nomi alla lista nera per la concessione dei visti.

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha messo in guardia l’Europa annunciando conseguenze se questo pacchetto dovesse essere varato: l’Iran reagirà  “con fermezza”, ha detto il capo di stato: “Chiunque parteciperà  allo scenario degli Stati uniti sarà  considerato un paese ostile(…). L’Iran darà  una risposta ferma a qualsiasi minaccia”.

Stati Uniti e Australia hanno già  adottato nuovi pacchetti di sanzioni, presto seguirà  anche il Canada. Persino la Russia, finora molto conciliante nei confronti di Teheran, ha preso le distanze.

(con fonte afp)

Fcs/Coa

260705 lug 10

Ricerca per: banche
Ricevuta alle: 07:05 (GMT+1) in data: 2010-07-26   via linea N.: 17