Comunicazione

26 luglio 2010 | 9:48

CEDT Piaggio: la Vespa si prepara per l’Asia (Wsj)

26 Jul 2010 10:05 CEDT Piaggio: la Vespa si prepara per l’Asia (Wsj)

PONTEDERA (MF-DJ)–Piaggio punta ad esportare la Vespa in Cina e a raddoppiare la produzione in India nell’ambito della sua strategia di penetrazione nei mercati dove le vendite di scooter stanno crescendo piu’ velocemente.

E’ quanto afferma al Wall Steet Journal Roberto Colaninno, nella sua veste di presidente della societa’ di Pontedera, sottolineando come la domanda di scooter in Asia aiutera’ la Piaggio a compensare il rallentamento del mercato europeo.

In particolare, Colaninno ricorda che in India Piaggio investira’ 100 mln euro nei prossimi tre anni per raddoppiare la capacita’ produttiva dello stabilimento di Baramati. Circa 30 mln verranno investiti per produrre una speciale versione della Vespa 125 LX entro la fine del 2012 segnando cosi’ il ritorno nel subcontinente indiano dopo 15 anni di assenza del modello principale della societa’. La strategia prevede anche la re-ingegnerizzazione di una nuova linea di camion piccoli. A cio’ si aggiungono le iniziative di ampliamento dell’impianto vietnamita dove si producono le Vespa sia per il mercato locale che per l’esportazione verso Malesia, Indonesia e Filippine.

Piaggio sta inoltre tentando di entrare in Cina, il piu’ grande mercato al mondo per gli scooter. Nel mese di agosto, ricorda ancora Colaninno, iniziera’ a vendere l’Mp3, mentre a breve inizieranno le consegne della Vespa, anche se non sono state ancora fissate ne’ date ne’ prezzi.

La strategia della Piaggio di focalizzare la propria attenzione sui mercati asiatici e’ il tentativo di compensare il rallentamento in Europa, dove la Piaggio ha registrato nei primi 5 mesi dell’anno ricavi per 444 mln euro, con un calo del 4,9% che si confronta con l’incremento del 74% a 200 mln in Asia. E in merito al mercato asiatico Colaninno e’ sicuro che il crescente traffico automobilistico stimolera’ le vendite degli scooter.

Per ora, la societa’ puntera’ ad esportare le Vespa e gli Mp3 dall’Italia consegnando i modelli ai rivenditori di Shanghai, Pechino e altre citta’ cinesi, con l’obiettivo di testare il mercato, ma, Colaninno annuncia la possibilita’, in caso di buona risposta dei consumatori, di produrre in loco entro i prossimi tre anni i due modelli anche per ridurre i prezzi di listino, cosa che la Piaggio sta gia’ tentando in India. red/mur

(END) Dow Jones Newswires

July 26, 2010 04:05 ET (08:05 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.