Editoria

24 agosto 2010 | 9:29

EDITORIA: USA, NY TIME ONLINE A PAGAMENTO NEL 2011 / ANSA

EDITORIA: USA, NY TIME ONLINE A PAGAMENTO NEL 2011 / ANSA
AL VIA ESPERIMENTO SU PICCOLO QUOTIDIANO GRUPPO, 1 $ GIORNO
NEW YORK
(di Emanuele Riccardi) (ANSA) – NEW YORK, 16 AGO – Sulle orme del Wall Street Journal negli Usa, del Financial Times e del Times in Gran Bretagna, il New York Times si prepara a fare pagare l’anno prossimo l’accesso al suo sito internet. Lo scrive lo stesso Ny Times, in un trafiletto quasi nascosto delle sue pagine economiche, e senza dare quasi nessun elemento. Il web a pagamento, scrive il quotidiano, è per “l’inizio dell’anno prossimo” e la Vecchia Signora in Grigio (come il Nyt viene affettuosamente chiamato negli Usa) “non ha ancora messo a punto un programma di prezzi e non ha detto quanti articoli i lettori online saranno autorizzati a consultare prima che venga richiesto loro di pagare”. L’unico elemento di certezza è che il gruppo ha avviato oggi una sperimentazione concreta. Uno dei piccoli quotidiani della The New York Times Company, il Telegram & Gazette di Worcester in Massachusetts, ha iniziato a far pagare alcuni degli articoli di cronaca locale sul suo sito web. I primi 10 articoli del mese si possono leggere gratis, e poi scatta il tassametro: 14,95 dollari al mese di abbonamento, oppure un pass quotidiano da un dollaro. Si tratta quindi di un modello simile a quello del Financial Times, che offre gratuitamente una serie di articoli ogni mese, prima di chiedere ai lettori del web di abbonarsi se vogliono continuare a leggere senza restrizioni la ‘bibbia’ economica britannica o la sua edizione statunitense. Il Wall Street Journal appartiene a Rupert Murdoch, che possiede anche il britannico The Times ed è uno strenuo difensore sin dagli inizi del web a pagamento, oltre a lottare contro gli aggregatori di notizie che a suo avviso sono veri e propri pirati che rubano le informazioni senza spendere una lira. Il Wsj sta andando bene, e Murdoch si appresta anche a far pagare ai suoi abbonati cartacei e web il quotidiano economico sull’iPad, probabilmente ad un prezzo di favore. Sia Wsj sia Ft hanno messo a punto quelli che generalmente vengono considerati i migliori quotidiani per il tablet della Apple. Se funziona negli Usa, la filosofia Murdoch sembra però aver dato, almeno finora, pessimi risultati in Gran Bretagna, dove i contatti sul sito di The Times sarebbero drasticamente diminuiti da quando occorre pagare per leggere le ultime notizie del prestigioso quotidiano conservatore. (ANSA).
RL/ NIE S0A QBXB