New media, Televisione

24 agosto 2010 | 13:29

APPLE: STAMPA; L’ITV RIVOLUZIONERA’ IL MERCATO TELEVISIVO

SPE:APPLE
2010-08-24 13:13
APPLE: STAMPA; L’ITV RIVOLUZIONERA’ IL MERCATO TELEVISIVO
APPLICAZIONI E CANALI INTERATTIVI, MA ARRIVA PRIMA SMENTITA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 24 AGO – Si rincorrono ormai da giorni le indiscrezioni su iTv, il dispositivo per guardare contenuti digitali sul televisore che a settembre dovrebbe soppiantare la poco fortunata Apple Tv. In attesa di una conferma di Cupertino sul prodotto che potrebbe rivoluzionare la tv, oggi arriva però la prima smentita da parte dell’azienda che, secondo la stampa, avrebbe dovuto produrre l’apparecchio. Svelata dal sito di tecnologia Engadget un paio di settimane fa, iTv dovrebbe costare 99 dollari, contro i 229 della Apple Tv. La novità , tuttavia, non sarà  solo nel prezzo: secondo Kevin Rose, fondatore del sito web Digg.com noto per i suoi scoop tecnologici, il prodotto sarà  in grado di stravolgere il mercato della tv via cavo e satellite. La chiave di volta – ha scritto sabato scorso Rose sul suo blog – sarà  il sistema operativo iOS, lo stesso di iPhone e iPad, con cui il dispositivo avrà  una stretta parentela. Il tablet della Mela fungerà  da terminale per controllare la tv, oltre a consentire di montare i propri filmati da vedere poi sul televisore di casa. Su iTv gireranno inoltre i videogiochi e una serie di applicazioni specializzate e interattive. L’assalto alle tv satellitari e via cavo passerà  dalla possibilità , per le emittenti televisive, di offrire gratuitamente i propri programmi, finanziandosi con la pubblicità  proveniente dalla piattaforma iAd di Apple. La compagnia di Steve Jobs non è ancora intervenuta sui rumors, Per ora l’unico commento ufficiale è arrivato dalla Pegatron, società  taiwanese affiliata ad Asus che secondo l’Economic Daily News dovrebbe costruire il ‘media center’ di Apple. Un portavoce dell’azienda, scrive stamani il Wall Street Journal”, ha definito l’indiscrezione “non realistica”. Una secca smentita che però potrebbe dipendere dagli accordi di massima segretezza che Cupertino impone ai suoi partner commerciali. (ANSA).
Y89/ S04 S0B QBXB