TLC

01 settembre 2010 | 14:39

CEDT Telecom I.: progressi in sforzi su digital divide E.Romagna

01 Sep 2010 15:29 CEDT Telecom I.: progressi in sforzi su digital divide E.Romagna

ROMA (MF-DJ)–Accesso alla banda larga entro l’anno per 80 mila cittadini in piu’ dell’Emilia-Romagna. E’ questo il primo risultato del Comitato tecnico paritetico che si e’ insediato in seguito all’accordo siglato ad aprile tra Regione, Lepida e Telecom Italia.

L’obiettivo e’ analizzare e valutare la situazione delle centrali di tlc esistenti in Emilia-Romagna per colmare il “divario” tra chi ha accesso alle tecnologie dell’informazione e chi ancora no, soprattutto nelle zone dell’Appennino.

Per superare il digital divide in Emilia-Romagna, la Regione ha investito 5 milioni di euro, cui si sommano i 15 milioni del Ministero delle Comunicazioni, per realizzare un piano complessivo con Infratel di 123 centrali telefoniche. L’accordo siglato ad aprile con Telecom Italia punta a sfruttare al meglio gli investimenti sulle infrastrutture per la banda larga gia’ realizzati -o pianificati, o ancora in corso di valutazione -sia da parte della Regione e dagli enti locali, sia da parte di Telecom Italia.

Il Comitato tecnico paritetico ha raggiunto in pochi mesi un primo, importante risultato: Telecom Italia ha incluso nel proprio piano 2010 i lavori di adeguamento per 54 centrali, per erogare servizi Adsl con banda nominale di almeno 7 Mbps per mezzo della linea telefonica fissa ai cittadini e alle imprese residenti in diverse zone, che potranno acquistarli direttamente da Telecom Italia o da altri operatori. Si e’ passati quindi dalle 8 centrali del piano iniziale di Telecom Italia alle 29 di giugno, diventate poi 46 a luglio, per arrivare a quota 54 centrali interessate da interventi di adeguamento del mese di agosto. A cio’ si aggiungono altri 15 interventi che Telecom Italia fara’ in autonomia. com/ren

(END) Dow Jones Newswires

September 01, 2010 09:29 ET (13:29 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.