Editoria

08 settembre 2010 | 8:56

RCS: DOMANI PIANO A SOCI, DADA VOLA SU ATTESE OPA/ANSA

RCS: DOMANI PIANO A SOCI, DADA VOLA SU ATTESE OPA/ANSA
NO NOVITA’ PATTO,MA ATTESO TEMA ROTELLI; NUOVE LINEE A FINE ANNO
MILANO
(ANSA) – MILANO, 7 SET – Giro d’orizzonte tra i soci Rcs MediaGroup domani a Milano sulle grandi linee del piano strategico in incubazione, con l’atteso debutto nel patto di sindacato di John Elkann in rappresentanza della Fiat, al posto di Luca Cordero di Montezemolo. Tra una settimana, il 14 settembre, è fissato il termine ultimo per i soci intenzionati a dare disdetta all’accordo. Tutti i segnali vanno verso un silenzio che si tradurrà  in un rinnovo automatico nel marzo del 2011 e senza nuovi ingressi. C’é comunque l’attesa che già  domani venga per la prima volta messa in esame in sede di patto l’anomalia della quota in mano a Giuseppe Rotelli, l’imprenditore della sanità  lombarda entrato nell’ambito della risistemazione delle quote ex Ricucci e azionista non sindacato, ma titolare dell’11% dei diritti di voto Rcs. Difficile però che questo si traduca anche in una dichiarazione propedeutica a un suo futuro coinvolgimento nell’accordo, come auspicato da qualcuno dei soci. Tra gli azionisti il clima che si registra alla vigilia è tranquillo. L’assenza a Milano del rappresentante di Intesa Sanpaolo sembra comunque suggerire un incontro di routine. Il consigliere delegato Corrado Passera è infatti impegnato in un road show negli Usa sui risultati semestrali dell’istituto, dopo aver fatto tappa nelle scorse due settimane a Londra e Parigi. Tra l’altro il presidente, Giovanni Bazoli, nel patto Rcs in rappresentanza Mittel, è ancora a casa convalescente dopo il piccolo incidente di questa estate (nulla esclude che si possano comunque collegare ai lavori). L’appuntamento sarà  allora soprattutto di riflessione sulle linee strategiche future per il gruppo del Corriere della Sera, dopo la lunga attesa di una maggior visibilità  sulla congiuntura economica. Ricevute le indicazioni sui punti cardinali di quello che sarà  il piano 2011-2013 l’amministratore delegato Antonello Perricone procederà  quindi a definirne meglio i contenuti, per presentarlo quindi a fine anno, e non già  nel consiglio di amministrazione del 10 novembre sui risultati al 30 settembre. A fine anno, tra l’altro, tradizionalmente si riunisce un patto per fare il punto sull’andamento dell’esercizio e il budget per l’anno nuovo. Domani intanto i soci saranno chiamati a valutare le opportunità  di sviluppo per Rcs in vista prevedibilmente di un’ulteriore crescita nella multimedialità . In quest’ambito verranno quindi definite meglio anche eventuali attività  non strategiche, dopo il mandato esplorativo affidato a Mediobanca per individuare le diverse opzioni possibili. Oggi la società  ha confermato l’esistenza di “un’ampia esplorazione di possibili opzioni di valorizzazione che potrebbero interessare anche Dada”. Così in Borsa il titolo della società  internet fiorentina ha preso il volo (+10% a 4,53 euro). Sul tavolo resta poi il nodo dei ricavi pubblicitari in calo che negli ultimi trimestri hanno afflitto la controllata Rcs Periodici, benché nelle ultime settimane non siano mancati incoraggianti segnali di ripresa. Sembra comunque escluso che già  domani vengano definite eventuali dismissioni. Al patto di domani debutterà  anche Renato Pagliaro in rappresentanza di Mediobanca, mentre Cesare Geronzi interverrà  per la prima volta con la ‘casacca’ Generali. (ANSA).
RS/ R64 S42 S0A QBXB