Editoria

09 settembre 2010 | 14:05

INFORMAZIONE: SERVENTI LONGHI, IN ITALIA E’ A RISCHIO

INFORMAZIONE: SERVENTI LONGHI, IN ITALIA E’ A RISCHIO
TARIFFE POSTALI ALLE STELLE, CHIUDERANNO MIGLIAIA RIVISTE
RUDA (UDINE)
(ANSA) – RUDA (UDINE), 9 SET – Per Paolo Serventi Longhi, ex segretario nazionale della Fnsi, “la libertà  di stampa è a rischio in Italia checché ne dica Silvio Berlusconi”. Intervenuto a un dibattito dello Spi-Cgil a Ruda (Udine), Serventi Longhi ha spiegato che “saranno migliaia le testate minori e le riviste che dovranno chiudere per gli aumenti delle tariffe postali”. Nel ricordare come la pubblicità  sia una delle fonti dell’ editoria, l’ex segretario della Fnsi ha criticato la legge Gasparri che “in pratica non pone limiti alla raccolta pubblicitaria delle Tv, cioé di Rai e Mediaset. Se questo è lo scenario si capisce – ha spiegato – che strada possa prendere l’informazione nel nostro Paese. Già  i prossimi mesi – ha aggiunto – saranno devastanti da questo punto di vista”. A soffrire, secondo Serventi Longhi, “non sono solo i grandi gruppi editoriali che, comunque, hanno già  licenziato, ma anche i quotidiani locali e le riviste di tantissime associazioni della società  civile. Un colpo insomma all’articolo 21 della Costituzione”. Serventi Longhi ha parlato anche della ‘legge bavaglio’ “contro la quale – ha concluso – dovremo nei prossimi mesi riprendere la lotta”. (ANSA).
GRT/ S0A S41 QBXB