TLC

14 settembre 2010 | 11:39

VODAFONE: COLAO, PRONTI A CEDERE TUTTE QUOTE MINORANZA

VODAFONE: COLAO, PRONTI A CEDERE TUTTE QUOTE MINORANZA
INTERVISTA A WSJ, SU VERIZON TUTTE OPZIONI APERTE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 SET – Vendita delle partecipazioni di minoranza e offerta di ogni tipo di servizio di comunicazione, non solo mobile. Sono queste le due strade su cui, secondo il Wall Street Journal, si sta muovendo la Vodafone di Vittorio Colao, pronta a cedere, dopo il 3,2% in China Mobile, le quote possedute anche in altri operatori internazionali, a partire dal 45% detenuto nell’americana Verizon. “Verizon non ha quasi debito. Alla fine dell’anno prossimo non ne avrà  più – ha sottolineato l’amministratore delegato del gruppo in un colloquio con il quotidiano – a quel punto qualcosa dovrà  essere deciso”. Sul tavolo, riporta il Wsj citando Colao, restano aperte tutte le opzioni: Verizon potrebbe acquistare la partecipazione di Vodafone; i due gruppi potrebbero dar luogo a una fusione; Verizon potrebbe ricominciare a pagare dividendi dopo cinque anni. Oltre al 45% nella società  statunitense, Vodafone potrebbe cedere anche le quote possedute nella francese SFR, nella polacca Polkomtel e nell’indiana Bharti Holdings. Trasformandosi contemporaneamente da operatore mobile a compagnia in grado di offrire ogni tipo di servizio di comunicazione. Anziché espandersi su nuovi mercati con l’offerta voce, spiega l’ad, il gruppo punta infatti a garantire una più vasta gamma di servizi (Iptv, linea fissa, bandalarga) in tre regioni chiave: Europa, Africa sub-sahariana e India. L’obiettivo, riassume Colao, è quello di fare di Vodafone un “operatore totale, numero uno o numero due nei nostri tre teatri chiave”. (ANSA).
OM/ R64 S0A QBXB