Televisione

16 settembre 2010 | 13:39

Tv: riparte ‘Striscia la notizia’, Ricci ‘stiamo tramando’

TV: RIPARTE ‘STRISCIA LA NOTIZIA’, RICCI “STIAMO TRAMANDO”
(AGI) – Milano, 16 set. – Alla 23* edizione diventa ‘La voce dell’impprovvidenza’. Si sta per riaprire ai mezzobusti Ezio Greggio e Enzo Iacchetti (insieme per la diciassettesima volta consecutiva) e agli stacchetti delle veline, Federica Nargi e Costanza Caracciolo, il celebre bancone di Stricia La Notizia da dove i conduttori alla corte di Antonio Ricci si preparano a lanciare nuovi servizi e inchieste. Si riparte il 20 settembre alle 20.35 su Canale 5 e Ricci avverte: “non abbiamo colpi in canna ma stiamo tramando”.
Tutto si preannuncia frizzante come da tradizione, con il papa’ del programma orgoglioso di poter affermare che “anche quando non siamo in onda scoppiano le polemiche”, perche’ le polemiche “sono il sale di Striscia”. A voler cercare una sintesi del programma piu’ longevo della televisione italiana, Ricci indica il campione del mondo di bike trail, l’inviato 100% Brumotti, e il suo arrivare “sempre sugli spigoli sfidando superfici scivolose”. La stagione che sta per iniziare vedra’ sguinzagliati i tanti inviati del programma, dal Gabibbo a Jimmy Ghione, da Valerio Staffelli a Dario Ballantini, da Fabio e Mingo a Cristiano Militello, da Moreno Morello a Cristian Cocco, da Stefania Petyx a Capitan Ventosa fino a Edordo Stoppa, Brumotti, il mago Casanova, Super Bottom, Cristina Gabetti,, Charlie Gnocchi, Luca Abete, Luca Galtieri e il magio di Az. L’obiettivo e’ sempre lo stesso: la controinformazione. Una missione indissolubilmente legata al retrogusto di divertimento e leggerezza che hanno catturato in una formula inedita l’interesse e l’affetto dei telespettatori: “non so se da altre parti puo’ nascere Striscia – ha detto Ricci spiegando l’ultra ventennale presenza della trasmissione sulle reti Mediaset – ma una volta che sei nato e hai instaurato un rapporto di fiducia con il pubblico, l’eliminazione diventa non conveniente. Noi abbiamo occupato uno spazio che era terra di nessuno e cercato di rafforzare quel fortino”. Per la prima puntata del 20 settembre la squadra e’ ancora a lavoro: e’ partita la ricerca di un personaggio per la consegna del Tapiro e, essendo lunedi’, non mancheranno gli striscioni dagli stadi. A proposito di Tapiro, esiste un obiettivo particolarmente mobile e scivoloso che a Striscia vorrebbero centrare: si tratta del ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini. “Ci e’ sempre sfuggita – ha detto Ricci -, non siamo mai riusciti ad acchiapparla. E’ evidentemente una sua abilita’”. (AGI) Cli/Cre