Televisione

17 settembre 2010 | 11:18

TV: DEL NOCE, DA TORTORA A TITANIC A MODUGNO, TANTE NOVITA’

TV: DEL NOCE, DA TORTORA A TITANIC A MODUGNO, TANTE NOVITA’
PROGETTO MARCO D’AVIANO, ‘FICTION NON PER CREARE ODIO’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 17 SET – Enzo Tortora, Oriana Fallaci, Fabrizio de André, Evita Peron, Luciano Pavarotti e le vicende di ‘Nero Wolf’ che torna. Sono alcune delle anticipazioni date dal direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce alla presentazione di Preferisco il paradiso, la miniserie su San Filippo Neri con il grande ritorno di Gigi Proietti dal 20 settembre su Raiuno. Del Noce ha rilevato come, anche grazie “ad una partenza anticipata rispetto alla Rai”, Mediaset è partita subito “con grandi risultati, sia con i Cesaroni che con ‘Il peccato e la Vergogna, con il duo Garko Arcuri. Ma se per la prima ce lo aspettavamo, la seconda e’ stata una sorpresa”. Il direttore di Rai Fiction, è convinto che con “Preferisco il Paradisò, il film sul santo che dedicò tutto se stesso ai giovani più diseredati, può “fare ottimi ascolti, anche perché adatto al pubblico di Raiuno”. Speriamo solo, replica scherzando Proietti che “con tutti ‘sti ragazzini da Io canto a ti lascio una canzone…i telespettatori alla fine non si stanchino proprio con il mio film…”. Non mancheranno poi i soggetti religiosi in coproduzione con la Lux Vide come San Nicola e la serie internazionale dedicata a Maria. “Adesso – dice del Noce – siamo in abbondanza e dispiace dover scegliere e rimandare”. In progetto per la Rai anche una miniserie su Walter Chiari. Altre miniserie anche su Gianni Versace, su Oriana Fallaci e su Grace Kelly: Per la scelta dell’attrice ci sono due ipotesi, una italiana e una americana. “Ma quello che considero il vero fiore all’occhiello – spiega – è la serie da me proposta sul Titanic, visto che nel 2012 cadrà  il centenario dell’affondamento di questa nave maledetta. Una sorta di prequel al quale hanno già  aderito i produttori americani”. Tra le sfide immediate per Raiuno dal 19 con ‘la ladra’, il grande ritorno della regina delle fiction targate Rai , Veronica Pivetti, questa volta nell’inedito ruolo di una ristoratrice che di notte si trasforma in una Robin Hood in gonnella. In merito alle polemiche sul film-fiction sulla Battaglia di Vienna, per la regia di Renzo Martinelli e che due giorni fa ha diviso il Cda (pur ricevendo luce verde) Del Noce risponde: “Sono preoccupazioni giuste ma queste fiction storiche si fanno perché sono di servizio pubblico non per creare odio, per portare all’attenzione periodi storici che altrimenti non si conoscerebbero”.
TH/ S0B QBXB