RAI: GIOVANARDI “CONTROLLI ANTIDROGA A CHI VUOLE LAVORARE TV PUBBLICA”

RAI: GIOVANARDI “CONTROLLI ANTIDROGA A CHI VUOLE LAVORARE TV PUBBLICA”

ROMA (ITALPRESS) – Il sottosegretario alla presidenza Carlo Giovanardi, nel corso del programma KlausCondicio, lancia una campagna di controllo antidroga anche per chi vuole lavorare nel servizio pubblico: “Cosi’ come nel calcio i giocatori positivi vengono espulsi per un certo periodo dalle gare, credo che per i conduttori televisivi, soprattutto se il conduttore e la conduttrice lavorano nel servizio pubblico, sia sacrosanto auspicare che la loro immagine pubblica sia in linea con i valori educativi della Rai. Per questo ritengo che il paragone con il sistema di controllo calcistico ci stia tutto: gli si dica chiaramente ‘amico, vuoi presentare, cantare o interpretare fiction per la Rai? Allora devi dimostrare di non essere drogato’.
Intanto, gli artisti Rai dovrebbero iniziare a farlo volontariamente come i parlamentari. Auspico che i conduttori che se la sentono vadano spontaneamente e pubblicamente”. Alla domanda se qualcuno si dovesse rifiutare, Giovanardi infine replica: “Ognuno trarra’ le sue conclusioni”.
(ITALPRESS).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi