MEDIASET: CONFALONIERI “NON PRENDIAMO LEZIONI DI CONCORRENZA DA SKY”

MEDIASET: CONFALONIERI “NON PRENDIAMO LEZIONI DI CONCORRENZA DA SKY”

MILANO (ITALPRESS) – “Finalmente Mockridge ha imparato l’italiano con accento napoletano, ‘chiagn’e fotte’. Dice che le leggi del nostro paese lo ostacolano, quando invece rispetto alle tv terrestri non ha limiti: ne’ in termini di vincoli di programmazione ne’ di obblighi di pluralismo”. Cosi’, in una nota, Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, commenta la lettera inviata oggi al “Corriere della Sera” da Tom Mockridge, Ad di Sky Italia. “Rileva – aggiunge – la posizione di Mediaset nella pubblicita’ tacendo la propria posizione monopolista nel satellite con quasi il 90% dei fatturati della pay tv. Lamenta che a suo carico esistano norme restrittive che, tuttavia, non gli hanno impedito in soli sette anni di superare il fatturato di Mediaset e di sfiorare quello della Rai. In realta’, in nessun paese europeo, Gran Bretagna a parte, Sky ha potuto raggiungere una posizione rilevante come in Italia. Per questo – conclude Confalonieri – rivendichiamo il diritto di essere liberi di… non prendere lezioni di concorrenza da un esponente del gruppo media piu’ dominante al mondo”.
(ITALPRESS).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi