VODAFONE: COLAO, NON SIAMO COSTRETTI A VENDERE

VODAFONE: COLAO, NON SIAMO COSTRETTI A VENDERE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 20 SET – “Quello che stiamo dicendo agli investitori, e a tutto il mondo, è che Vodafone non sarà , o comunque Vittorio Colao non vuole essere, costretto a vendere, e che quando hai importanti partecipazioni di minoranza, vuoi gestirle nel miglior modo possibile”. Così l’ad di Vodafone, Vittorio Colao, in un’intervista al Financial Times fa il punto sulla strategia di dismissioni. Colao si sofferma anche sul processo di rinnovamento avviato nel primo operatore mobile mondiale per renderlo più veloce e più semplice e sottolinea che Vodafone “é migliorata molto, ma è uno sforzo infinito”, perché “ogni grande organizzazione ha la tendenza di ricreare la complessità  e di tanto in tanto è necessario semplificare”. Quanto ai rapporti con il presidente sir John Bond, da alcuni indiscrezioni di stampa indicato come prossimo all’addio, Colao afferma che “John guida il board in modo ottimo: ma non solo, John è un ottimo consigliere per me”. Sull’ipotesi, definita ‘nucleare’, dal Ft di una fusione tra Vodafone e l’americana Verizon Communications, Colao si limita a commentare: “Dobbiamo avere una mente aperta”.(ANSA).
FP/ R64 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci