New media

20 settembre 2010 | 14:58

TV: SUL SITO SKY DUE NUOVE INCHIESTE SU AFFITTI E DROGHE ON LINE

TV: SUL SITO SKY DUE NUOVE INCHIESTE SU AFFITTI E DROGHE ON LINE
(AGI) – Roma, 20 set. – Continuano le inchieste di Sky.it con due nuovi reportage gia’ on line sul sito: uno sul mercato degli alloggi per gli studenti universitari e l’altro sullo spaccio di droga in rete. Dopo essersi infiltrato in un rave party di Milano, dopo aver analizzato i tempi delle liste d’attesa nel mondo della sanita’ e aver confrontato la situazione in Abruzzo un anno dopo il terremoto, il sito di Sky torna sui temi caldi dell’attualita’ con un inchiesta sul caro affitti, “Casa, dolce casa. Studenti fuori sede alla disperata ricerca di una stanza”. Prezzi che si aggirano tra i 400 e i 600 euro per una camera singola e tra i 250 e i 400 euro per un posto letto in doppia, in locazioni che sono quasi sempre in nero: e’ questa la fotografia del mercato degli alloggi destinati agli studenti universitari fuorisede, a Roma e a Milano, emersa dall’inchiesta di Sky.it. Il reportage e’ andato alla scoperta delle case dei giovani: camere ricavate da scantinati, muri scrostati e umidi, brandine al posto dei letti, cucine improvvisate e cavi elettrici a vista. Un’inchiesta sul campo, corredata da foto e file audio, che racconta una realta’ che riguarda centinaia di migliaia di studenti fuorisede, in tutta Italia. E poi “Truffe e marketing della droga on line: il viaggio di Sky.it ai confini della legalita’”. “Ciao Gentile Cliente, siamo la piu’ grande societa’ produttrice di prodotti chimici. La informiamo che il Mephedrone e’ disponibile e che possiamo fornirle grandi quantita’, se lo desidera. E’ davvero fortunato. Stiamo facendo sconti in questi giorni e al momento l’ordine minimo di acquisto di Mephedrone e’ 10 g. Riforniamo bene in Spagna, Italia, Svezia e Germania”. Inizia da qui, da una mail ricevuta, l’inchiesta di Sky.it sul Mephedrone, la “nuova” droga che ha conquistato la piazza virtuale del contrabbando in rete, nascondendosi dietro la dicitura “cibo per piante”. Si tratta di una sostanza molto tossica, da giugno illegale anche in Italia, un’anfetamina usata in alternativa all’ecstasy e all’Mdma, chiamata anche M-Cat, Bubbles, Drone o Miao Miao. I forum e i blog pullulano d’istruzioni per l’uso, offerte promozionali e 3×2. Bastano pochi clic per trovare chi vende il Mephedrone in rete e per essere truffati, come dimostra l’inchiesta di Sky.it. (AGI) Red/Pgi