TV: LIOFREDI,NOSTRO PUNTO DEBOLEZZA ASSENZA FICTION ITALIANA

TV: LIOFREDI,NOSTRO PUNTO DEBOLEZZA ASSENZA FICTION ITALIANA
TORINO
(ANSA) – TORINO, 21 SET – La perdita della fiction italiana resta per Rai 2 “un punto di debolezza”. Si tratta di un genere importante, come la musica o lo sport. Lo ha detto oggi il direttore di rete Massimo Liofredi presentando al Prix Italia, in corso a Torino, la nuova stagione di Voyager il programma ideato e condotto dal vicedirettore della seconda rete Roberto Giacobbo. “E’ dal 23 luglio 2009 che mi è stato detto – ha precisato Liofredi – che non c’era più la fiction, per me questo rimane un punto di debolezza”. Perché, ha rilevato ” quando ti viene tolto qualcosa devi aguzzare l’ingegno – ha sottolineato – e per questo ci siamo inventati Rewind (che ripropone produzioni del passato), ma avrei rifatto molto volentieri Crimini o l’Ispettore Coliandro”. Liofredi ha precisato “accetto la decisione dell’azienda, ma quando vai a programmare, la difficoltà  ce l’hai. Detto questo non voglio fare polemiche”. Liofredi ha quindi detto di essere dispiaciuto della decisione sostituire con cartoni animati Mattina in famiglia, passata il sabato e la domenica mattina su Rai 1. A suo avviso infatti “sarebbe meglio allargare spazi autoprodotti all’interno della rete anziché cercare alleanze con canali digitali che hanno già  spazi predisposti per bambini”.
TH/ S56 S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi