Comunicazione

22 settembre 2010 | 8:48

TV: FALETTI A DELITTI ROCK, MUSICA E MISTERO MIE PASSIONI

TV: FALETTI A DELITTI ROCK, MUSICA E MISTERO MIE PASSIONI
(V. ‘TV: MORGAN TORNA SU RAIDUE…’ DELLE 16.43)
TORINO
(ANSA) – TORINO, 21 SET – “La musica e il mistero sono sempre state due mie grandi passioni, al punto che adesso fanno parte della mia vita in modo determinante”. Così Giorgio Faletti parla del programma che condurrà , ‘Delitti Rock’ (nel 2011 andrà  in onda su Raidue), come annunciato oggi dal direttore della rete Massimo Liofredi nel corso di una conferenza stampa al Prix Italia di Torino. “Sono contento – dice lo scrittore e cantante – che questa trasmissione mi offra l’opportunità  di trovarmi nel punto esatto in cui s’incrociano queste due mie passioni”. Un programma che intende riaprire le indagini e fare luce su alcuni casi irrisolti della storia del rock, ovvero al morte di star come Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison, Elvis Presley, John Lennon e, in qualche modo, anche sulla scomparsa, poco più di un anno fa, di Michael Jackson. Il programma sarà  girato nei luoghi in cui si sono svolti i fatti (Londra, Parigi, New York, Memphis, Los Angeles, e via dicendo) e alle immagini di repertorio a testimonianze attuali alternerà  interviste esclusive e documentazioni mai viste prima in televisione. Autore del programma è il giornalista Ezio Guaitamacchi che ai ‘Delitti Rock’ ha dedicato un libro. Guaitamacchi racconta come “la miglior mossa di marketing per una rockstar è morire giovani, come sostiene qualcuno, e forse con ragione. La morte prematura di alcune celebrità  ha avuto infatti l’effetto di far passare questi personaggi dalla cronaca alla storia, dalla realtà  al mito. Anche per questo le loro tragiche fini sono tuttora circondate da un alone di mistero o, a volte, di autentica leggenda. noi ci siamo proposti di raccontare queste vicende in modo rispettoso e poetico, senza fantasie né forzature. Non ce n’é bisogno perché la storia del rock è talmente fantasiosa, incredibile, a volte persino surreale, che neppure il migliore sceneggiatore di Hollywood poteva inventarsi di meglio”. Prevista per il 2011, la serie grazie al racconto di Faletti, specializzato nei suoi libri nel genere giallo, trasporta il pubblico in una zona ‘ai confini della realta”, nella quale si possono assaporare le varie storie quasi le si stesse rivivendo in diretta”.(ANSA).
TH/ S56 S0B QBXB